Sars-CoV2: prevenzione e terapia

Date le sempre più numerose richieste da parte dei miei pazienti su come comportarsi nel caos di questa apparentemente interminabile pandemia, voglio prima di tutto rassicurarli: il Sars-CoV2 non è quel "mostro" che i media ci propongono ogni santo giorno ad ogni santa ora. E' un virus molto contagioso, questo sì, come tutti i virus sconosciuti, in grado perciò di infettare un gran numero di persone, ma pur sempre un virus di tipo influenzale, che si può evitare di contrarre con una buona prevenzione e, soprattutto, che si può curare, se preso ai primi sintomi, restando comodamente a casa propria ed evitando così di intasare i Pronto Soccorsi e eventuali ricoveri in zone ad alto rischio aggravamento, quali gli Ospedali.
E' a dir poco incredibile che ancor oggi l'AIFA non abbia dato chiare istruzioni ai medici di base per seguire i propri pazienti a domicilio, oggi che è ormai assodato come ci siano farmaci in grado di curare il Covid19.
Riassumo perciò di seguito due schemi di terapia, uno preventivo, l'altro curativo:
Per prevenire l'infezione:

- Anti CD26 06LM P.L. 1 fl. ogni 4 gg
- Lattoferrina 200 IMMUNO 1 sticker/die direttamente in bocca
- Vit.D 10.000U/I softgels 1/die
- Vit.C 1gr/die
- Quercetina 1cps/die
- Endovirstop spray 8spray distribuiti nell'arco della giornata

Terapia ai primi sintomi:

- Anti CD26 06LM P.L.(eventualmente seguita dalla 018LM P.L.)
1fl/die
- Anti CD13 06LM P.L. 1fl/die
- Antiinfiammatori FANS (Oki, Aulin) x2/die o Normast 600mg
bustine, 3/die, 1 ogni 8 ore

In più, se presenti segni di insufficienza respiratoria o bassa saturazione di O2

- Azitromicina 500mg il 1° giorno, 250mg x i 5 gg seguenti
- Plaquenil 200mg x 2/die per qualche giorno