La psicopatologia dell’infanzia

La psicopatologia dell’infanzia è un capitolo della medicina spesso mal diagnosticato, comprendente condizioni patologiche assai delicate e troppe volte equivocate. Interventi di psicologi e psicoterapeuti non risolvono molto e anzi, spostando semplicemente il problema sulla famiglia, spesso finiscono con lo scaricare inutili sensi di colpa solo sui genitori. Molto può fare invece il medico, soprattutto a livello preventivo, dopo attenta e seria anamnesi. Da alcuni anni l’attenzione di molti ricercatori si è concentrata sulla correlazione tra risposte immunitarie specifiche e disturbi neuro-psichiatrici, annoverati nel termine tecnico di PANDAS: Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric ...
[Leggi tutto]

PARLARE DI OMEOPATIA

Parlare di omeopatia Posted on maggio 5th, 2008 di giovanna Parlare di Omeopatia, oggi, in Italia, genera ancora gran confusione. Quasi tutte le Farmacie riportano, sulla loro insegna, la scritta “Omeopatia”, eppure se una persona entra e chiede un medicinale omeopatico che non sia Arnica o Belladonna, tanto per citare due tra i rimedi più usati e abusati, non trova quasi mai risposte adeguate. Tanta parte della popolazione, tra cui molti medici, ahimè, pensa che curarsi con l’omeopatia sia un vezzo modaiolo, nella migliore delle ipotesi, un’azione inutile, nella peggiore, dato che ritengono tale pratica terapeutica assolutamente priva di efficacia, di validità, nonché di scientific...
[Leggi tutto]

Neuropatie periferiche e celiachia

Dolori cronici persistenti, insorti improvvisamente dopo un banale intervento chirurgico, anche dopo un'avulsione o una devitalizzazione dentaria, possono essere l'unico sintomo di una malattia preesistente non diagnosticata, la celiachia. Spesso i medici sottovalutano l'entità del dolore cronico, attribuendolo a fattori emotivi, o reclutandolo in quell'enorme marea di sintomi dovuti allo "stress", diagnosi molto comoda, che cela, invece, un'incapacità del medico stesso di risalire ad una etiologia causale. La prescrizione abituale ricorre ad antidepressivi, a benzodiazepine, nei casi peggiori ad antiepilettici. Il paziente viene colpevolizzato come autore stesso del suo sinto...
[Leggi tutto]