M. di Lyme; la sig. Milena B. scrive


"Ho una grande e sincera stima per la Dottoressa Bardellini. Ha una mente aperta e brillante, una grandissima conoscenza, l'intuito e la forza per aiutare. E' una Dottoressa eccellente ed essere umano autentico. Sono stata molto fortunata ad incontrarla ed essere seguita da lei. Oggi sto bene.

Ho conosciuto la Dottoressa Bardellini nel 2014, dopo quasi due anni di dolori e stanchezza cronica. Dolori di giorno e di notte, di vari tipi, con costanti attacchi di ansia, tachicardia, fortissimi giramenti di testa, tremori e crampi. E senza una corretta diagnosi. Per via di malassorbimento intestinale ho perso più di 10 kg nel 2013, pesavo a malapena 50 kg con altezza di 1.75.

Ho passato il primo anno di malessere praticamente a letto. Da una vita dinamica e soddisfacente mi sono ritrovata sdraiata a letto quasi sempre durante il primo anno di questo malessere. Ovviamente ho provato tutto e di più di quello che c'era "sul mercato" della guarigione, dalla medicina tradizionale a quella naturale in Italia e anche all'estero. Senza un risultato. Ero disperata quindi.

All'inizio del 2014 in ospedale Maggiore di Trieste mi hanno trovato la Borrelia e l' Epstein barr virus. Sono stata ricoverata nel riparto di malattie rare per 28 giorni di cure intense. Mi hanno curato con una combinazione di forti antibiotici insieme ad altri sostanze chimiche via endovena. Dopo due settimane di cure avevo il fegato molto infiammato e di nuovo quasi non riuscivo a camminare.

Il nome della Dott.ssa Bardellini mi è stato suggerito per caso da una Signora incontrata a Trieste. Presi subito il primo appuntamento disponibile.

Nel nostro primo incontro ho cercato di spiegare alla Dottoressa l'accaduto al meglio delle mie possibilità, ma all'ora avevo difficoltà a concentrarmi a lungo. Avevo la testa sempre "annebbiata", spesso mi "sfuggivano" le parole giuste ed ero molto debole e addolorata. Anche se non riuscivo ad esprimermi al meglio la Dottoressa mi ha dato tutto il tempo che mi serviva e per la prima volta (durante tutta questa esperienza di malattia) ho sentito che qualcuno mi stava ascoltando veramente e pure con interesse. Facendomi le domande che non mi sono mai state fatte e cercando di capire il significato delle mie parole, anche quando io non riuscivo a spiegarmi bene (che frustrazione!). C'è stato un qualcosa di evidente per me in quel incontro, ho iniziato ad avere la fiducia. La Dottoressa lavora con entusiasmo, con grande rispetto per la sua professione e verso il paziente. E' bello vederla in azione, è una scienziata.

E' stata sincera a dirmi che avrei dovuto avere tanta pazienza e senza aspettare risultati miracolosi da subito. Ogni qualche mese, dopo le cure omeopatiche mirate, facevo gli esami di controllo prescritti dalla Dottoressa. Tramite esami specifici abbiamo scoperto una grande varietà di problematiche (helicobacter pilory, virus, fibromialgia, intolleranza al glutine). Grazie alle sue indicazioni, ho cambiato anche la mia dieta escludendo il glutine totalmente.

Durante ogni mia visita, la Dottoressa indagava e indirizzava la mia prossima cura. Ho iniziato a notare i cambiamenti. Nonostante c'erano ancora gli alti e bassi, pian piano molti sintomi hanno iniziato a migliorare e alcuni addirittura a scomparire, e la qualità della vita quotidiana ha iniziato a migliorare decisamente.

Oggi sto bene. Viaggio, ho interessi profondi, ci sono periodi in cui lavoro con più entusiasmo e forza di prima, finalmente ho ripreso l'attività sportiva. Non si può dare niente per scontato - ogni giorno è regalato, poter camminare è una cosa bellissima. Ed una grande gioia e la mia fortuna è l'aver incontrato la Dottoressa Bardellini nel momento più critico della mia esistenza.

Oggi non mi considero più una persona malata, ma mi considero una persona fortunata. E le sono molto grata.